Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Registro produttori apparacchiature elettriche ed elettroniche (AEE)

Registro produttori apparacchiature elettriche ed elettroniche (AEE)


Registro produttori apparacchiature elettriche ed elettroniche (AEE)

Cosa sono le AEE

Sono apparecchiature che dipendono per un corretto funzionamento da correnti elettriche o da campi elettromagnetici e le apparecchiature di generazione, trasferimento e misurazione di queste correnti e campi, progettate per essere usate con una tensione non superiore a 1000 volt per la corrente alternata e a 1500 volt per la corrente continua.
 

Cos’è il Registro AEE

Il Registro AEE è istituito allo scopo di definire le quote di mercato in base alle quali vengono ripartiti tra i produttori gli oneri di gestione del sistema di raccolta e il corretto trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).
 

Chi deve iscriversi

Il produttore (persona fisica o giuridica) che indipendentemente dalla tecnica di vendita utilizzata, compresa la comunicazione a distanza:
  • Fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il proprio marchio;
  • Rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori;
  • Importa o immette per primo, nel territorio nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell'ambito di un'attività professionale e ne opera la commercializzazione, anche mediante vendita a distanza;
  • Produce apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate esclusivamente all'esportazione. Quest'ultimo è considerato produttore solo ai fini dell'obbligo della progettazione dei prodotti e delle Comunicazioni annuali e dell'iscrizione al registro dei produttori.
 
Nota bene
Sono escluse dall'iscrizione:
  • Le apparecchiature necessarie per la tutela degli interessi essenziali della sicurezza nazionale, comprese le armi, le munizioni e il materiale bellico, purche' destinate a fini specificamente militari;
  • Le apparecchiature progettate e installate specificamente come parte di un'altra apparecchiatura che e' esclusa o che non rientra nell'ambito di applicazione del presente decreto legislativo, purche' possano svolgere la propria funzione solo in quanto parti di tale apparecchiatura;
  • Le lampade a incandescenza;
  • Le apparecchiature destinate ad essere inviate nello spazio;
  • Gli utensili industriali fissi di grandi dimensioni;
  • Le installazioni fisse di grandi dimensioni, ad eccezione delle apparecchiature che non sono progettate e installate specificamente per essere parte di dette installazioni;
  • I mezzi di trasporto di persone o di merci, esclusi i veicoli elettrici a due ruote non omologati;
  • Le macchine mobili non stradali destinate ad esclusivo uso professionale;
  • Le apparecchiature appositamente concepite a fini di ricerca e sviluppo, disponibili unicamente nell'ambito di rapporti tra imprese;
  • I dispositivi medici ed i dispositivi medico-diagnostici in vitro qualora vi sia il rischio che tali dispositivi siano infetti, prima della fine del ciclo di vita e i dispositivi medici impiantabili attivi.

Come iscriversi

L'iscrizione avviene esclusivamente per via telematica collegandosi al sito Registro AEE.
 
All'atto dell'iscrizione il produttore deve indicare, qualora il codice di attività non individui esplicitamente la natura di produttore di AAE, anche lo specifico codice di attività che lo individua come tale, nonché il sistema attraverso il quale intende adempiere agli obblighi di finanziamento della gestione dei RAEE e di garanzia.
 

Adempimenti - Comunicazione annuale

I produttori iscritti al Registro AEE sono tenuti ad effettuare la Comunicazione annuale delle apparecchiature immesse sul mercato nazionale nell’anno precedente. Tale Comunicazione è parte del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) e va presentata esclusivamente per via telematica sul sito del Registro AEE.
Dal 2019 sono state introdotte alcune modifiche, in particolare i produttori devono indicare le informazioni sulla quantità di apparecchiature immesse sul mercato con riferimento alle differenti tipologie.
Con la pubblicazione del D.P.C.M. del 23 dicembre 2020 la scadenza è fissata al 16 giugno 2021.
 
Nota bene 
La Comunicazione annuale richiesta deve essere presentata anche se la quantità di apparecchiature immesse sul mercato nazionale è pari a zero.

Importi dovuti

Tassa di concessione governativa
 
168,00 euro
Pagamento tramite:
Bollettino postale c.c.p. 8003 intestato a Agenzia delle entrate - Ufficio di Roma 2- Centro Operativo Pescara- Tasse Concessioni Governative.
Codice causale 8617 “altri atti”
 
Diritti di segreteria
Imposta di bollo
 
46,00 euro (30,00+16,00 euro)
Pagamento tramite:
PagoPA
Telemaco Pay
Carta di Credito
 
 

Variazione e cancellazione

Le variazioni all'iscrizione o la cancellazione avvengono per via telematica con modalità analoghe a quelle dell'iscrizione. Gli importi dovuti sono pari a 46,00 euro (30,00 euro diritti di segreteria e 16,00 euro imposta di bollo) da versare secondo le modalità indicate per l'iscrizione.
 

Sanzioni

  • Il produttore che immette sul mercato apparecchiature elettriche ed elettroniche, senza avere provveduto all'iscrizione presso la Camera di Commercio, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 30.000 ad euro 100.000.
     
  • Il produttore che prima di immettere apparecchiature sul mercato non effettua l'iscrizione al Registro o non effettua le comunicazioni delle informazioni ivi previste, ovvero le comunica in modo incompleto o inesatto, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 ad euro 20.000.
 

Assistenza e informazioni

Per maggiori informazioni sulle modalità di compilazione, sui soggetti obbligati e risposte ai quesiti più frequenti consultare il sito EcoCamere Registro AEE.
 
 
 
 
Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon D.Lgs. 49 del 14 marzo 2014330.68 KB
PDF icon D.Lgs. 151 del 25 luglio 2005186.72 KB
Valuta il contenuto: 
5
Average: 5 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 21 Giugno, 2021 - 15:43