Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Come attivare una procedura di mediazione

Come attivare una procedura di mediazione


Come attivare una procedura di mediazione

MODULISTICA
Per presentare la domanda di mediazione, occorre utilizzare il modulo di avvio, disponibile anche in forma cartacea presso la Segreteria del Servizio di Conciliazione.
Le parti possono inoltre depositare domande congiunte o contestuali utilizzando un diverso modulo.
Considerato che la mediazione può prevedere il coinvolgimento di più parti, sia attivanti che convenute (mediazione multiparte), la modulistica è scaricabile in formato Word, in modo da consentire l’inserimento di più soggetti.
NB. Per le mediazioni in materia di telefonia è previsto uno specifico modulo
 
 
COMPILAZIONE DELLA MODULISTICA
Devono essere compilate tutte le 4 sezioni di cui si compone il modulo 
 
Sezione 1 – Parti della controversia
 
Parte attivante: il soggetto che attiva la procedura deve indicare le sue generalità e i suoi recapiti, barrando poi l’apposito quadratino, deve indicare se attiva la procedura:
a) in proprio;
b) quale titolare o legale rappresentante di un impresa (indicare quindi gli estremi e i recapiti dell’impresa);
c) quale rappresentante con mandato a conciliare (indicare quindi gli estremi e i recapiti del rappresentato).
NB. Per le mediazioni cosiddette OBBLIGATORIE la parte attivante deve indicare anche le generalità e i recapiti dell’avvocato che l’assiste.
E’ possibile inoltre indicare nell’apposito spazio il recapito presso il quale si desidera ricevere tutte le comunicazioni riguardanti la procedura, se diverso da quanto riportato negli spazi precedenti.
Parte chiamata in mediazione: il soggetto che avvia la procedura deve indicare generalità e recapiti della controparte, in modo da consentirne un’esatta identificazione.
Si ricorda che tutti i recapiti indicati potranno essere utilizzati dalla segreteria per le comunicazioni inerenti la procedura.
 
 
Sezione 2 – Materia del contendere
 
Barrando l’apposito quadratino, il soggetto che avvia la procedura deve indicare se la mediazione è:
a) obbligatoria, nel senso che il tentativo di mediazione riguarda una delle materie di cui all’art. 5 comma 1 bis del d.lgs. 28/2010 (in tal caso barrare una delle materie previste nell’elenco),
b) volontaria, nel senso che il tentativo di mediazione non riguarda una delle materie di cui al punto a) (indicare nell’apposito campo la materia del contendere come, ad esempio, consumo, societario, etc., che quindi non rientra nell’elenco della mediazione obbligatoria);
c) delegata dagli uffici giudiziari, nel senso che il tentativo di mediazione avviene su ordine del giudice (indicare nell’apposito campo la materia del contendere)
d) derivante da clausola contrattuale (indicare nell’apposito campo la materia del contendere)
 
Sezione 3 – Oggetto, valore, ragioni della pretesa
 
In questa sezione, il soggetto che avvia la procedura deve indicare:
a) l’oggetto della controversia, ossia ciò che la parte attivante chiede alla controparte
b) il valore indicativo della controversia (espresso in euro)
c) le ragioni della pretesa, ossia i motivi per cui si chiede alla controparte quanto previsto nell’oggetto della controversia
 
Sezione 4 – Allegati
 
Allegati obbligatori:
- fotocopia del documento di identità del sottoscrittore;
- attestazione dell’avvenuto versamento delle spese di avvio, pari ad € 48,80 (€ 97,60 per liti aventi valore superiore a € 250.000,00), come da tariffario.
 
 
Allegati necessari in specifiche ipotesi:
- se la domanda di mediazione viene presentata tramite un rappresentante, alla domanda deve essere allegata una copia del mandato a conciliare rilasciato dalla parte, unitamente al documento di identità del delegante e del delegato;
- nel caso in cui il tentativo di mediazione venga esperito su ordine del giudice, alla domanda deve essere allegata una copia del provvedimento con il quale il giudice ordina alle parti di tentare la mediazione;
- qualora il preventivo esperimento del tentativo di mediazione sia previsto in un’apposita clausola contenuta nel contratto stipulato tra le parti, alla domanda deve essere allegata una copia della clausola contrattuale.
 
Altri allegati:
Si fa presente che ogni ulteriore documentazione rispetto a quella sopra indicata (se non inviata a mezzo pec insieme alla domanda di mediazione), deve essere obbligatoriamente inviata per email all’indirizzo: conciliazione@fi.camcom.it 
Si ricorda che gli allegati depositati in questa fase potranno essere comunicati alla parte convenuta. In questa fase NON devono essere allegati documenti riservati al solo mediatore.
 
 
SOTTOSCRIZIONE
Oltre all’indicazione del luogo e della data, il modulo della domanda deve essere sottoscritto dall’interessato o dal rappresentante, purché munito dei necessari poteri, in ogni sua parte ed accompagnato dalla fotocopia del documento d’identità del sottoscrittore.
 
 
COME INOLTRARE LA DOMANDA ALLA SEGRETERIA
La domanda di mediazione, comprensiva degli allegati, può essere presentata:
- presso la sede della Segreteria del Servizio di Conciliazione (Piazza dei Giudici 3 – 50122 Firenze) negli orari di apertura al pubblico - dal lunedì al venerdì, ore 8.30-13.00 e 14.00-15.00;
- per posta, all’indirizzo della Segreteria;
- all’indirizzo PEC cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it (con scansione della domanda e di tutti gli allegati)
 
Gli utenti che ne hanno necessità possono depositare la domanda di mediazione anche presso le sedi distaccate della Camera di Commercio a Borgo San Lorenzo ed a Empoli:
· Sede Distaccata di Empoli - al 1° piano della sede dell’Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa, Via delle Fiascaie 12, Empoli
· Sede Distaccata di Borgo San Lorenzo - nei locali dell'Unione dei Comuni del Mugello, Via Togliatti 45, Borgo San Lorenzo
 
 
RICEZIONE DELLA DOMANDA E ISTRUTTORIA DELLA SEGRETERIA
In seguito alla presentazione della domanda, la Segreteria provvede al rilascio di una ricevuta di avvenuto deposito, nonché della fattura per le spese di avvio.
Se la domanda risulta completa il Responsabile procede alla fissazione della data dell’incontro.
 
Cosa succede se la domanda risulta incompleta?
Irricevibilità della domanda di mediazione
Qualora la domanda risulti mancante della sottoscrizione o della copia del documento di identità del sottoscrittore, sarà considerata irricevibile e pertanto rifiutata dalla Segreteria.
Sospensione della domanda di mediazione
Qualora la domanda risulti invece incompleta per mancanza di alcuni elementi (generalità delle parti, oggetto e/o valore della controversia, ragioni della pretesa, attestazione del versamento delle spese di avvio), la domanda viene tenuta in sospeso e la parte richiedente viene invitata a provvedere al suo perfezionamento entro il termine di 7 giorni dal ricevimento della comunicazione, decorsi inutilmente i quali non si darà inizio alla procedura.
 
Contatti: 

Conciliazione / Mediazione

Conciliazione / Mediazione
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.134
Email: 
conciliazione@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 15.00
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 16 Settembre, 2020 - 16:18
Valuta il contenuto: 
4
Average: 4 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 20 Aprile, 2020 - 15:48