Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» L'emblema camerale

L'emblema camerale


L'emblema camerale

La storia dell'emblema della Camera di Commercio fiorentina affonda le proprie radici molto indietro nel tempo. L' Agnus Dei fu infatti lo stemma dell'Arte della Lana, una delle più importanti e potenti corporazioni medievali, fin dall'inizio del XIII secolo. Un simbolo di ispirazione religiosa che a Firenze è tuttavia disseminato un po' ovunque: non solo presso gli edifici di culto, come sulle facciate della Cattedrale di S.Maria del Fiore o di alcuni edifici circostanti o, ancora, sulla porta del Campanile di Giotto, ma anche in luoghi più squisitamente laici, come le vetrate del Bargello, il Palazzo della Mercanzia e, ovviamente, il Palazzo dell'Arte della Lana, tanto per restare ai luoghi più noti.
 
Non si sa bene quando e come l'emblema sia stato adottato dalla Camera di Commercio. È certo che alla sua costituzione, nel 1770, la Camera utilizzava sui propri documenti lo stemma granducale. Così come, dopo l'Unità d'Italia, utilizzò lo stemma sabaudo.
Una delle ragioni è certamente la costruzione della sua sede (che è ancora l'attuale), realizzata nel 1860 sul luogo dove sorgeva l'antico Tiratoio di Piazza d'Arno, che era appartenuto all' Arte della Lana e successivamente amministrato dall'Opera di S.Maria del Fiore.
 
Ad ogni modo, a partire dal "tondo" di Luca della Robbia fino ai modelli più recenti, attraverso interpretazioni mutevoli sia nella grafica che nei colori, l' Agnus Dei è di fatto entrato nella iconografia tradizionale della Camera di Commercio e da molti decenni ormai ne connota inequivocabilmente l'immagine.
 
 
Il 19 giugno 2006 la Giunta della Camera di Commercio ha deciso di aderire al nuovo brand di sistema, promosso da Unioncamere Italiana e realizzato dalla società Retecamere. Al tradizionale emblema della Camera fiorentina si affianca pertanto un segno grafico, comune a tutte le Istituzioni del mondo camerale italiano, col quale si vuole sottolineare l'appartenenza di queste ad una più vasta identità.
 
 
L'8 ottobre 2018 il Consiglio camerale ha deciso di tornare a un modello simile al preesistente logo dell'Ente, stabilendo che il nuovo marchio sia composto dal sigillo tradizionale, ossia l'Agnus Dei sovrastato dal giglio di Firenze, e dalla dicitura "Camera di Commercio Firenze" posta alla sua destra.
 
nuovo logo camerale
 
Per l'anniversario dei 250 anni dal Motuproprio del 1° febbraio 1770 (PDF), con il quale il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo istituì la Camera di Commercio di Firenze, fino al 31 dicembre 2020 sarà utilizzato un logo celebrativo.
 
 logo camerale per il 250° anniversario
 
 
 
 
 
 
 
Valuta il contenuto: 
5
Average: 5 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 24 Febbraio, 2020 - 16:30