Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze Anno 2022

Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze Anno 2022


Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze Anno 2022

Si raccomanda alle imprese interessate di leggere attentamente il Disciplinare relativo all'iniziativa.
 
A chi è destinato:
Sono ammissibili alle agevolazioni  le imprese che, alla data di presentazione della domanda, presentino i seguenti requisiti:
    1. siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014;
    2. abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze;
    3. siano iscritti al Registro delle Imprese ed attivi. Si precisa che non possono beneficiare dei suddetti contributi i soggetti iscritti solo al Repertorio Economico Amministrativo;
    4. siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
    5. risultino in regola con gli adempimenti previdenziali e assistenziali (Durc);
    6. non abbiano forniture in essere con la Camera di Commercio di Firenze ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 06.07.2012, convertito nella L. 07.08.2012, n. 135;
    7. non si trovino in fase di liquidazione e non siano soggette né alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16.03.1942, n. 267 e successive modificazioni, né alle procedure di regolazione della crisi e dell’insolvenza di cui al D.Lgs. 12.01.2019 n. 14;
    8. abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159.
Descrizione dell’intervento:
Sono finanziabili i seguenti ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale:
  1. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero
  2. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero
Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2022 per:
  1. spese per la locazione degli spazi espositivi, compresa anche la quota di iscrizione, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali, inserite nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia pubblicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome di cui al seguente link: http://www.calendariofiereinternazionali.it/.
Si precisa che non sono ammissibili le fatture emesse da enti e società diversi dal soggetto organizzatore della mostra/fiera oggetto della richiesta di contributo.
  1. spese per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (sia in Paesi UE, sia extra UE): realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove  possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonce l’interpretariato e il srvizio di hostess), comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione  e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).
Si precisa che per le tipologie di spesa di cui ai punti a) e b) del presente articolo la domanda di contributo potrà essere presentata anche prima dello svolgimento della manifestazione fieristica, che dovrà comunque svolgersi nell’anno 2022. In questo caso è comunque necessario allegare alla domanda le fatture quietanzate relative alle spese di partecipazione. L’erogazione del contributo sarà disposta solo successivamente all’effettiva partecipazione alla manifestazione comprovata da idonea documentazione.
La documentazione attestante la partecipazione alla manifestazione dovrà essere inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it.
In caso di pagamenti anticipati (es. acconti) per manifestazioni svolte a partire dall’1 gennaio 2022, di cui ai punti a) e b) sopra indicati, sono considerate ammissibili le spese sostenute anche in data antecedente al 1 gennaio 2022.
  1. spese per campagne di marketing digitale in lingua straniera o di vetrine digitali in lingua straniera (si precisa che per vetrina digitale non si intendono i siti internet aziendali);
  1. spese per lo sviluppo di canali di promozione e sviluppo all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), quali ad esempio: la realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura, partecipazione a market place, ecc.;
  1. spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri;
  1. spese per la protezione del marchio all’estero;
  1. spese per traduzione dei contenuti del sito in lingua straniera (si precisa che tale tipologia di spesa è ammissibile solo se riportata con voce separata in fattura);
  1. spese per realizzazione cataloghi/brochure/presentazioni aziendali in lingua straniera.
  1. Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per: soggiorno (vitto e alloggio), viaggio (compreso taxi e navette) e rappresentanza; produzione di campionature; servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale, o di mera promozione commerciale o pubblicitaria; servizi per l’acquisizione di certificazioni non direttamente collegate all’attività di vendita all’estero (es. ISO, EMAS, ecc.); servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.
  1. Non sono ammissibili le fatture emesse da soggetti aventi legali rappresentanti, amministratori, soci in comune con il soggetto richiedente il contributo camerale.
  2. Non sono ammissibili le spese relative allo sviluppo, alla costruzione e all’aggiornamento del sito internet aziendale.
 
Ammontare del contributo:
Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e con i seguenti massimali di contributo:
  1. € 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali inserire nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia e per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (art. 6 comma 1, lettere a) e b) del presente disciplinare);
  2. € 1.500,00 per tutte le altre tipologie di spesa ammissibili.
Si precisa che in caso di spese inerenti sia il punto a) che il punto b) il massimale per ciascuna impresa sarà pari ad € 1.500,00.
 
Documentazione necessaria:
  1. domanda di contributo sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;
  2. fatture elettroniche di acquisto di beni e servizi relativi alle spese ammissibili in formato xml laddove previsto o copia delle fatture laddove non previsto;
  3. copia delle quietanze di pagamento delle suddette fatture, con apposita numerazione per ogni quietanza riferita alle fatture allegate come di seguito specificato:
    • Pagamenti con assegno bancario non trasferibile: si accettano dietro presentazione di fotocopia dell’assegno, nel quale siano riportati gli estremi della fattura pagata, unitamente alla lista dei movimenti/estratto conto del traente;
    • Pagamenti tramite bonifico bancario (allo sportello o tramite home banking): ammessi con la presentazione di ricevuta della banca per il bonifico effettuato dalla quale risulti, oltre all’intestazione ed il numero del conto, anche la data di esecuzione dell’operazione, con la dicitura eseguito/pagato, o in alternative la lista dei movimenti/estratto conto dalla quale risulti l’addebito dell’importo;
    • Pagamenti tramite POS: occorre ricevuta bancomat o ricevuta carta di credito unitamente alla lista dei movimenti/estratto conto da cui si desuma il relativo addebito;
    • Pagamenti tramite RI.BA: occorre l’avviso o l’elenco degli effetti in scadenza accompagnati dall’estratto conto da cui si evinca il relativo addebito oppure ricevuta di pagamento dell’effetto;
    • Pagamenti certificati da soggetti quali poste/banca/comune ed altri enti pubblici: si richiede la ricevuta rilasciata dall’Ente o dall’Istituto di credito.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo allegando documenti di spesa per una o più azioni tra quelle indicate riferite alla sede legale e/o alle eventuali unità operative comunque situate nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze.
 
Termini e modalità di presentazione della richiesta:
La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dal 21 marzo 2022 al 31 dicembre 2022 - salvo esaurimento dei fondi stanziati - all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it
 
 
Per informazioni:
CCIAA di Firenze
U.O. Sviluppo d’impresa  – Tel. 055-2392139
Contatti: 

Contributi alle imprese

Contributi alle imprese
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.139
Fax: 
055.23.92.184
Email: 
contributi@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 15.00
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 26 Gennaio, 2022 - 12:43
Valuta il contenuto: 
No votes yet
Contenuto aggiornato al:Giovedì, 5 Maggio, 2022 - 09:10