Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Cronotachigrafo e carte tachigrafiche

Cronotachigrafo e carte tachigrafiche

A causa delle misure di emergenza COVID-19, le domande di Carte TACHIGRAFICHE vengono ricevute tramite posta ordinaria o tramite PEC.
 
Allegare alle richieste di rilascio delle carte tachigrafiche copia del pagamento effettuato con l'avviso di pagamento  richiesto al link AVVISO DI PAGAMENTO

Cronotachigrafo e carte tachigrafiche

 
 
1) Cosa è il cronotachigrafo
 
Il tachigrafo è un dispositivo che deve essere installato obbligatoriamente da centri tecnici espressamente autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico Attività Produttive sui veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonnellate (nel trasporto merci) e che trasportano più di 9 persone compreso il conducente (nel trasporto passeggeri).
Il dispositivo registra il periodo di guida, interruzioni e periodi di riposo, nonché i periodi di disponibilità e di altre mansioni svolte da un conducente. Il suo scopo è di:
  • controllare la conformità del conducente alle norme in vigore;
  • monitorare i tempi di guida dei conducenti professionali al fine di evitare l’affaticamento;
  • garantire la concorrenza leale e la sicurezza stradale.
L'articolo 8 del Regolamento (UE) n. 165/2014 prevede che, a decorrere dal 15 giugno 2019,  tutti i veicoli immatricolati nell'UE siano dotati di un tachigrafo di nuova generazione (c.d. intelligente) che fornisce una registrazione automatizzata tramite posizionamento satellitare. Ciò dovrebbe migliorare la conformità e consentire la diagnosi precoce di eventuali manomissioni o usi impropri.
 
2) Come funziona il cronotachigrafo
Il funzionamento del dispositivo prevede due parti: il cronotachigrafo, cioè la memoria digitale nella quale vengono archiviati i dati e la carta tachigrafica (smart card), cioè la tessera personale del conducente, dell’azienda o dell’officina che utilizza quell’apparecchio.
Con questo strumento è possibile controllare tutte le informazioni sul luogo di partenza e sulle caratteristiche del veicolo, insieme alle ore di guida e di riposo dell’autista ed, eventualmente, anche le attività dei conducenti che si alternano alla guida dello stesso mezzo.
I dati sul mezzo sono conservati per un anno, mentre nella carta conducente dell’autotrasportatore registra tutte le attività degli ultimi 28 giorni.
 
3) Le carte rilasciate dalla Camera di Commercio
La Camera di Commercio è competente al rilascio della carta tachigrafiche.
Ne esistono 4  tipologie:
 
  • la carta del conducente, di colore bianco, che registra tutte le attività dell’autista per un periodo di almeno 28 giorni
  • la carta dell’azienda di trasporto, di colore giallo, che è registra e permette di leggere i dati registrati nella memoria del cronotachigrafo (l'azienda può richiederne un numero massimo di 62)
  • la carta dell’officina, di colore rosso, che viene utilizzata dalle officine autorizzate per la verifica e la manutenzione del cronotachigrafo.
  • la carta dell’autorità di controllo, di colore blu, che viene utilizzata dalle autorità di vigilanza per la verifica dei dati registrati nel cronotachigrafo;
 

 

Normativa

È possibile consultare la normativa di riferimento sul sito www.metrologialegale.unioncamere.it.
 
 
 
Contatti: 

Carte tachigrafiche

Carte tachigrafiche
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.167 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 11.00
Fax: 
055.23.92.183
Email: 
crono@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.00 scrivendo a crono@fi.camcom.it
Contenuto aggiornato al:Venerdì, 30 Ottobre, 2020 - 09:34
Valuta il contenuto: 
3
Average: 3 (2 votes)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 19 Ottobre, 2020 - 10:35