Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Ripartiamo con l'internazionalizzazione

Ripartiamo con l'internazionalizzazione

Disciplinare della Camera di Commercio di Firenze a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze  – Anno 2020

Ripartiamo con l'internazionalizzazione

Si raccomanda alle imprese interessate di leggere attentamente il Disciplinare relativo all'iniziativa.
 
A chi è destinato:
 
Sono ammissibili alle agevolazioni  le imprese che, alla data di presentazione della domanda, presentino i seguenti requisiti:
    1. siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014;
    2. abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze;
    3. siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
    4. siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
    5. non siano incorse in situazioni di difficoltà alla data del 31.12.2019;
    6. risultino in regola con gli adempimenti previdenziali e assistenziali (Durc);
    7. non abbiano forniture in essere con la Camera di Commercio di Firenze ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 06.07.2012, convertito nella L. 07.08.2012, n. 135;
    8. non si trovino in fase di liquidazione e non siano soggette né alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16.03.1942, n. 267 e successive modificazioni, né alle procedure di regolazione della crisi e dell’insolvenza di cui al D.Lgs. 12.01.2019 n. 14.
 
Descrizione dell’intervento:
 
Sono finanziabili i seguenti ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale:
  1. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero
  1. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero
  1. Partecipazione a Pitti Connect
 
Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2020 per:
 
- il potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera, compresa la progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei contenuti di cataloghi/ brochure/presentazioni aziendali;
- l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri;
- la protezione del marchio dell’impresa all’estero;
- lo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), quali ad esempio: la realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura, partecipazione a market place;
- progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei contenuti del sito internet dell’impresa, ai fini dello sviluppo di attività di promozione a distanza;
- la realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce;
- la partecipazione a fiere digitali;
- la partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all’estero (sia in Paesi UE, sia extra Ue): realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonché l’interpretariato e il servizio di hostess) e incontri d’affari, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).Per questa tipologia di spesa la domanda potrà essere presentata solo a conclusione della manifestazione per la quale viene richiesto il contributo.
 
Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per: soggiorno (vitto e alloggio), viaggio (compreso taxi e navette) e rappresentanza; produzione di campionature; servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale, o di mera promozione commerciale o pubblicitaria; servizi per l’acquisizione di certificazioni non direttamente collegate all’attività di vendita all’estero (es. ISO, EMAS, ecc.); servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.
 
Ammontare del contributo:
 
Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e un massimale di contributo di euro 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente.
 
Documentazione necessaria:
 
1)        modulo di domanda sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;
2)         copia delle fatture relative alle spese sostenute;
3)         copia delle quietanze di pagamento ad esse relative rientranti nel seguente elenco:
  • Pagamenti con assegno bancario non trasferibile: si accettano dietro presentazione di fotocopia dell’assegno, nel quale siano riportati gli estremi della fattura pagata, unitamente all’estratto conto del traente;
  • Pagamenti tramite bonifico bancario: ammessi con la presentazione di ricevuta della banca per il bonifico effettuato oppure richiesta di bonifico e numero di cro corrispondente (non è sufficiente l’ordine di bonifico);
  • Pagamenti tramite POS: occorre ricevuta bancomat o ricevuta carta di credito unitamente all’estratto conto da cui si desuma il relativo addebito;
  • Pagamenti tramite home banking: occorre la registrazione del pagamento rilasciato on line dal sistema elettronico con evidenza del beneficiario finale a cui si riferisce;
  • Pagamenti tramite RI.BA: occorre l’avviso o l’elenco degli effetti in scadenza accompagnata dall’estratto conto da cui si evinca il relativo addebito oppure ricevuta di pagamento dell’effetto;
  • Pagamenti certificati da soggetti quali poste/banca/comune ed altri enti pubblici: si richiede la ricevuta rilasciata dall’Ente o dall’Istituto di credito.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo allegando documenti di spesa per una o più azioni tra quelle indicate riferite alla sede legale e/o alle eventuali unità operative comunque situate nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze.
 
Termini e modalità di presentazione della richiesta:
 
La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dal 28 agosto 2020 al 30 novembre 2020 - salvo esaurimento dei fondi stanziati - all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it
 
Per informazioni:
U.O. Sviluppo d’impresa  – Tel. 055-2392139
Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon Disciplinare Internazionalizzazione 2020.pdf606.15 KB
Contatti: 

Contributi alle imprese

Contributi alle imprese
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.139
Fax: 
055.23.92.184
Email: 
promozione@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 15.00
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 16 Settembre, 2020 - 16:24
Valuta il contenuto: 
No votes yet
Contenuto aggiornato al:Martedì, 11 Agosto, 2020 - 14:36