Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno della formazione e della sicurezza delle MPMI della città metropolitana di Firenze nonché in materia di esperienze formative in azienda (PCTO, stage IFTS, ITS e tirocini curriculari universitari)

Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno della formazione e della sicurezza delle MPMI della città metropolitana di Firenze nonché in materia di esperienze formative in azienda (PCTO, stage IFTS, ITS e tirocini curriculari universitari)


Intervento della Camera di Commercio di Firenze a sostegno della formazione e della sicurezza delle MPMI della città metropolitana di Firenze nonché in materia di esperienze formative in azienda (PCTO, stage IFTS, ITS e tirocini curriculari universitari)

Si raccomanda alle imprese interessate di leggere attentamente il Disciplinare relativo all'iniziativa.
 
A chi è destinato:
Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al presente disciplinare i soggetti che, alla data di presentazione della domanda, presentino i seguenti requisiti:
a) siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014;
b) abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze;
c) siano iscritti al Registro delle Imprese ed attivi. Si precisa che non possono beneficiare dei contributi i soggetti iscritti solo al Repertorio Economico Amministrativo;
d) siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
e) risultino in regola con gli adempimenti previdenziali e assistenziali (Durc);
f) non abbiano forniture in essere con la Camera di Commercio di Firenze ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 06.07.2012, convertito nella L. 07.08.2012, n. 135;
g) non si trovino in fase di liquidazione e non siano soggetti né alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16.03.1942, n. 267 e successive modificazioni, né alle procedure di regolazione della crisi e dell’insolvenza di cui al D.Lgs. 12.01.2019 n. 14.;
h) abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159.
i)siano iscritti nel Registro Nazionale Alternanza Scuola-Lavoro https://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home (per le sole imprese che presentano domanda di contributo a valere sulla Linea 2 – Esperienze formative in azienda – per i percorsi di cui all’articolo 8, comma 1 lettere a) e b). La suddetta iscrizione, completamente gratuita, potrà avvenire anche successivamente alla presentazione della domanda, ma necessariamente prima della liquidazione del contributo.
 
Descrizione dell’intervento:
 
LINEA 1 – FORMAZIONE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2022:
  1. Formazione per la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro;
Non sono ammissibili le seguenti tipologie di formazione obbligatoria: formazione generale dei lavoratori rischio basso, medio e alto, corso per RSPP, corso RLS, corso addetti antincendio e corsi addetti primo soccorso.
  1. Formazione per le competenze strategiche in tema di economia circolare, sostenibilità ambientale e organizzazione del lavoro (la formazione dovrà essere erogata da soggetti accreditati presso la Regione Toscana);
  2. Spese per studi, consulenze, progettazione per ridefinire l’organizzazione del lavoro, finalizzate a garantire maggiore sicurezza per chi lavora in azienda e per la clientela;
  3. Acquisto/realizzazione di strutture atte a garantire la distanza e la sicurezza dei lavoratori e della clientela nei luoghi di svolgimento delle attività aziendali, comprese eventuali spese di progettazione e opere edili ecc. finalizzate all’installazione delle medesime.
Non sono ammissibili le spese per acquisto di arredi e le spese per le ristrutturazioni generiche di locali aziendali se non direttamente collegate alla progettualità di cui alla lettera d).
 
LINEA 2 – ESPERIENZE FORMATIVE IN AZIENDA
Sono  ammesse alle agevolazioni le imprese che, al momento della presentazione della domanda di contributo, hanno ospitato nella loro sede legale/operativa sita nella città metropolitana di Firenze,  nel periodo 01.01.2022-31.12.2022:
  1. studenti delle scuole secondarie superiori in Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO), per un minimo di 40 ore;
  2. studenti inseriti in percorsi formativi triennali IeFP realizzati da istituti professionali di Stato o da organismi accreditati dalla Regione Toscana nell’ambito “obbligo istruzione” nonché in percorsi formativi biennali (drop out) realizzati dagli organismi accreditati dalla Regione Toscana, in stage curriculari per un minimo di 150 ore;
  3. studenti frequentanti Istituti di Formazione Tecnica Superiore (IFTS) in stage curriculari per un minimo di 120 ore;
  4. studenti frequentanti Istituti Tecnici Superiori (ITS), in stage curriculari per un minimo di 200 ore;
  5. studenti frequentanti l’Università inseriti in tirocini curriculari per un minimo di 150 ore.
Ammontare del contributo:
 
LINEA 1 – FORMAZIONE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di         € 500,00 (esclusa Iva) e un massimale di contributo di € 2.000,00 per ciascuna impresa richiedente.
 
Documentazione necessaria:
 
1) domanda di contributo sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;
2) copia delle fatture relative alle spese sostenute;
3) copia delle quietanze di pagamento ad esse relative rientranti nel seguente elenco:
  • Pagamenti con assegno bancario non trasferibile: si accettano dietro presentazione della fotocopia dell’assegno e la copia della lista movimenti/estratto conto su carta intestata dell’istituto bancario dal quale risulti il relativo addebito;
  • Pagamenti tramite bonifico bancario (allo sportello o Home banking): ammessi con la presentazione della ricevuta di avvenuta esecuzione del bonifico oppure della disposizione del bonifico e copia della lista movimenti/estratto conto su carta intestata dell’istituto bancario dal quale risulti il relativo addebito;
  • Pagamenti tramite bancomat: occorre allegare ricevuta bancomat unitamente alla lista movimenti/estratto conto su carta intestata dell’istituto di credito da cui si desuma il relativo addebito;
  • Pagamenti tramite carta di credito: occorre allegare copia della lista movimenti/estratto conto della carta di credito unitamente alla lista movimenti/estratto conto del conto corrente dal quale si desuma l’addebito dell’importo mensile/trimestrale della carta di credito.
  • Pagamenti tramite home banking: occorre la registrazione del pagamento rilasciato on line dal sistema elettronico con evidenza del beneficiario finale a cui si riferisce;
  • Pagamenti tramite RI.BA: occorre allegare l’avviso o l’elenco degli effetti in scadenza accompagnato dalla lista movimenti/estratto conto su carta intestata dell’istituto bancario da cui si evinca il relativo addebito oppure ricevuta di pagamento dell’effetto;
  • Pagamenti certificati da soggetti quali poste/banca/comune ed altri enti pubblici: si richiede la ricevuta rilasciata dall’Ente o dall’Istituto di credito.
 
4) relativamente alle spese per la formazione di cui all’art. 7 comma 1, lettere a) e b) del disciplinare: programma dettagliato del corso;
5) relativamente alle spese per studi, consulenze, progettazione per ridefinire l’organizzazione del lavoro, finalizzate a garantire maggiore sicurezza per chi lavora in azienda e per la  clientela di cui all’art. 7 comma 1, lettera c) del disciplinare: dettagliata relazione del professionista o copia del progetto realizzato;
6) relativamente alle spese per acquisto/realizzazione di strutture atte a garantire la distanza e la sicurezza dei lavoratori e della clientela di cui all’art. 7 comma 1, lettera d) del disciplinare: dettagliata relazione del professionista eventualmente corredata da copia del progetto, computo metrico, ecc. o nel caso di esclusivo acquisto di strutture, senza spese accessorie di progettazione o realizzazione, relazione esplicativa a cura del legale rappresentante dell’impresa richiedente il contributo.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo per ciascuna delle due linee di intervento, allegando la documentazione prevista.
 
LINEA 2 – ESPERIENZE FORMATIVE IN AZIENDA
Il contributo camerale sarà pari ad € 500,00 per ogni studente ospitato in azienda con un massimale di € 1.500,00 (max tre diversi studenti ospitati) per ogni impresa richiedente.
I massimali dei contributi previsti per ciascuna delle due linee sono cumulabili tra loro, pertanto l’importo massimo concedibile ad ogni singola impresa è pari ad € 3.500,00.
 
Documentazione necessaria:
  1. domanda di contributo sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;
  2. copia della convenzione stipulata tra l’impresa e l’istituzione scolastica in vigore al momento della realizzazione del percorso, qualora prevista dalle normative vigenti;
  3. copia del patto formativo stipulato tra l’impresa e l’istituzione scolastica riguardante ciascuno degli studenti ospitati qualora previsto dalle normative vigenti;
  4. copia del registro presenze di ciascuno studente completo di date e di firme
Termini e modalità di presentazione della richiesta:
La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dalle ore 9.00 del 13 giugno 2022 e fino  al 31 dicembre 2022- salvo esaurimento dei fondi stanziati - all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it
 
Per informazioni:
U.O. Sviluppo d’impresa  – Tel. 055-2392139
Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon Disciplinare formazione lavoro 2022 def.pdf600.83 KB
Contatti: 

Contributi alle imprese

Contributi alle imprese
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.139
Fax: 
055.23.92.184
Email: 
contributi@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 15.00
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 26 Gennaio, 2022 - 12:43
Valuta il contenuto: 
5
Average: 5 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 18 Maggio, 2022 - 10:57