Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Iniziative per la ripartenza

Iniziative per la ripartenza


Iniziative per la ripartenza

Ripresa delle attività economiche e condizioni di svolgimento

Accesso alle agevolazioni

Ascolto e raccolta delle esigenze delle imprese

Carnet ATA - Misure adottate dai paesi aderenti alla catena di garanzia

Sospensione dei termini di procedimenti e rinvio di scadenze

Informazioni sulle attività di sanificazione

 

 

Ripresa delle attività economiche e condizioni di svolgimento

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 è stata decisa la riapertura delle attività economiche a partire dal 18 maggio 2020, nel rispetto delle misure previste dall'allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020 Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, con le seguenti eccezioni:
  1. l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte in palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, o in altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell'individuo attraverso l'esercizio fisico, sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a decorrere dal 25 maggio 2020 (art. 1 c. 1 lett. f);
  2. sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo (art. 1 c. 1 lett. l);
  3. gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020 (art. 1 c. 1 lett. m);
  4. sono sospesi i servizi educativi per l'infanzia di cui all'art. 2 del D.Lgs. 13 aprile 2017, n. 65, le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, corsi professionali e attività formative svolte da altri enti pubblici e da soggetti privati, ferma la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza. Sono esclusi dalla sospensione i corsi di formazione specifica in medicina generale. Sono esclusi dalla sospensione, a decorrere dal 20 maggio 2020, i corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche effettuate dagli uffici della motorizzazione civile e dalle autoscuole (art. 1 c. 1 lett. q);
  5. sono sospese le attività di centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali e centri sociali(art. 1 c. 1 lett. z).
 
Con l'Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana n.57 del 17 maggio 2020 è stata disposta la riapertura di tutte le attività economiche, produttive e sociali nel rispetto dei settori e della tempistica indicata nel DPCM del 17 maggio 2020 e delle misure previste nelle Linee guida di cui all'allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020.
E' stato disposto inoltre, che:
  1. l'attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche è soggetta alla regolamentazione da parte dei Comuni che dovranno prevedere idonee misure logistiche, organizzative e di presidio per garantire accessi scaglionati in relazione agli spazi disponibili per evitare il sovraffollamento dell'area
  2. l'attività degli stabilimenti balneari si svolge, pur con decorrenza dal 18 maggio, in conformità alla DGRT n.136 del 02-03-2009, relativa ai periodi di apertura degli stabilimenti;
  3. è consentito fino al 24 maggio lo svolgimento delle attività sportive in forma individuale, compreso tennis e golf, l'allenamento individuale di sport di squadra, anche in impianti pubblici o privati e all'interno di strutture e circoli sportivi, se svolto in spazi all'aperto, che consentano il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 2 metri. Resta sospesa ogni altra attività collegata all'utilizzo di tali strutture, compreso l'utilizzo di spogliatoi, palestre, piscine, spazi comuni al chiuso;
  4. è consentita la somministrazione di alimenti e bevande, limitando la fruizione alle sole aree di somministrazione, anche nelle attività tutt'ora non consentite dal DPCM del 17 maggio 2020. Si conferma anche in questo caso l'applicazione delle Linee guida di cui all'allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020, nonché, se previsto, la limitazione ai soli associati.
 
Si pubblica l'elenco delle imprese (sedi e unità locali) della provincia di Firenze che ancora non possono operare:
 
Per informazioni le aziende possono contattare il numero 055.23.92.166  dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle ore 16,30. 
 

 

Accesso alle agevolazioni

Per facilitare l'accesso alle agevolazioni in favore dell'economia decise dalle istituzioni, la Camera di Commercio e la sua azienda speciale PromoFirenze, tramite una task force appositamente costituita, stanno mappando tutti gli strumenti di sostegno, nazionali regionali e locali a disposizione delle imprese, così da renderli facilmente utilizzabili.
 
L'elenco delle agevolazioni è consultabile ai link:
 

 

Ascolto e raccolta delle esigenze delle imprese

La task force si occupa anche dell'ascolto e della raccolta dei bisogni immediati e delle proposte delle imprese, per trasformarle in istanze da presentare alle istituzioni governative.
Per raccogliere dalle imprese informazioni e previsioni sugli effetti del Covid-19, e soprattutto per conoscere le loro esigenze e le loro proposte, è stato predisposto un breve questionario on line (7 domande, bastano due minuti per compilarlo).
 
 
La task force è disponibile a raccogliere le esigenze delle imprese e a dare informazioni di primo orientamento sulle agevolazioni anche per telefono e per email.
Questi i contatti:
Tel. 055.23.92.165 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30)
 

 

Carnet ATA - Misure adottate dai paesi aderenti alla catena di garanzia

 
Si pubblicano le misure adottate dai Paesi aderenti alla catena di garanzia nel periodo dell'emergenza COVID-19. Le notizie sono suscettibili di modifiche e aggiornamenti.
Vai all'informativa
 

 

Sospensione dei termini di procedimenti e rinvio di scadenze

 
L’art. 103 del  D.L. n. 18 del 17 febbraio 2020 (modificato dal D.L. n. 23 dell’8 aprile 2020) ha disposto la sospensione per il periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio 2020 di tutti i termini, inclusi quelli perentori, relativi a procedimenti amministrativi, anche riguardanti le attività economiche, su istanza di parte o d'ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data.
 
Nello specifico il testo indica:
 
"Ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 maggio 2020. Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti. Sono prorogati o differiti, per il tempo corrispondente, i termini di formazione della volontà conclusiva dell’amministrazione nelle forme del silenzio significativo previste dall’ordinamento."
 
Per le informazioni relative al registro delle imprese consultare la sezione "In evidenza" del portale SARI - Supporto Specialistico Registro Imprese.
 
La sospensione riguarda anche i procedimenti di competenza della Direzione generale per la tutela della proprietà industriale - Ufficio italiano brevetti e marchi.
Per saperne di più consultare il sito dell'UIBM.
 
Con il decreto legge 17 marzo 2020, n.18 sono state adottate misure anche per quanto riguarda le scadenze degli adempimenti relativi alle comunicazioni sui rifiuti.
Sono stati prorogati al 30 giugno 2020 la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD), la presentazione della comunicazione annuale dei dati relativi alle pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno 2019, la presentazione della comunicazione al Centro di Coordinamento RAEE e il versamento del diritto annuale di iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali.
Per informazioni e chiarimenti contattare l'ufficio Ambiente allo 055.23.92.140 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30 o all'indirizzo ambiente@fi.camcom.it.
 

 

Informazioni sulle attività di sanificazione

Si mette a disposizione il documento di Unioncamere contenente indicazioni sull'attività di sanificazione e sui requisiti necessari per svolgerla.
 
 
 
 
 
 
Valuta il contenuto: 
1
Average: 1 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 10 Giugno, 2020 - 14:15