Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Trascrizioni, annotazioni, ricorsi

Trascrizioni, annotazioni, ricorsi


Trascrizioni, annotazioni, ricorsi

Presso la Camera di Commercio è inoltre possibile depositare ogni atto concernente modificazioni alla domanda originaria di marchi e/o brevetti: trascrizioni, annotazioni, ricorsi, istanze varie.
La domanda può essere depositata presso una qualsiasi Camera di Commercio, trasmessa on-line all'UIBM , tramite il portale telematico con dispositivo di firma digitale, (vedi il seguente link: https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/deposito-titoli/deposito-telematico) oppure inviata direttamente all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, via Molise, 19 - 00187 Roma, mediante servizio di posta che ne attesti il ricevimento ( da non compilare con scrittura manuale). 
 
La domanda di trascrizione non è obbligatoria e deve essere presentata quando si intende comunicare e rendere opponibile a terzi la modifica della titolarità di un diritto di proprietà industriale (marchio, brevetto, disegno-modello ecc.), sia a titolo gratuito che a titolo oneroso.
Nel conflitto di più acquirenti dello stesso diritto di proprietà industriale e dal medesimo titolare, è preferito chi ha trascritto per primo il suo titolo di acquisto (art. 139, Codice della Proprietà Industriale).
Nell'istanza di trascrizione rientrano:
  • aggiudicazione giudiziaria
  • cessione parziale o totale di marchio, brevetto, disegno-modello ecc.
  • cessione di azienda o di ramo d'azienda
  • concessione in licenza d'uso esclusiva/non esclusiva
  • conferimento di azienda o di ramo d'azienda
  • costituzione/cancellazione di un diritto di garanzia (pegno o ipoteca)
  • diritto d'uso (concessione diritto d'uso, comodato d'uso)
  • dissequestro titoli di proprietà industriale
  • domanda giudiziale 
  • donazione
  • espropriazione
  • estinzione di licenza esclusiva/non esclusiva
  • fallimento
  • fusione o scissione di azienda
  • pignoramento (verbale di pignoramento, atto di esecuzione di pignoramento, sospensione)
  • sentenza di accertamento di titolarità
  • sequestro
  • successione legittima o testamentaria
  • usufrutto
  • verbale di sospensione della vendita di brevetti pignorati 
 
Modulo di domanda
Il modulo di domanda è disponibile esclusivamente on-line in formato PDF editabile e prevede: 
  1. compilazione al computer prima della stampa (non devono essere compilati a penna);
  2. stampa no fronte-retro;
  3. firma e consegna in triplice copia (almeno una con firma in originale).
Il modulo di domanda è differente a seconda del firmatario, che può essere:
Oppure, in rappresentanza:
Al modulo di domanda vanno allegati eventuali fogli aggiuntivi se lo spazio dedicato all'inserimento dei dati non è sufficiente. Nel modulo indicare il numero di deposito della/e domande a cui la modifica si riferisce (non il numero di registrazione o concessione).
Allegati al modulo di domanda
  • atto da trascrivere, registrato all'Agenzia delle Entrate e nel rispetto delle norme sull'imposta di bollo (una marca da bollo ogni 4 facciate). L'atto deve essere in originale o copia conforme all'originale, rilasciata dall'Agenzia delle Entrate o da ogni altra autorità competente. Gli atti redatti in lingua straniera devono essere accompagnati dalla traduzione in lingua italiana, asseverata mediante giuramento di fronte al Tribunale, in originale o copia conforme all'originale;
  • istanza, per aggiungere ulteriori dettagli alla domanda di trascrizione; (Fac simile istanza di trascrizione)
  • lettera di incarico o procura notarile se il deposito avviene tramite mandatario o avvocato.
    La lettera di incarico, datata, sottoscritta con firma originale dal richiedente e dal mandatario/avvocato che agisce in nome e per conto del richiedente deve contenere il riferimento all'art. 201, decreto legislativo 10/02/2005 n. 30 (Codice della Proprietà Industriale). Se la lettera di incarico è stata già consegnata è sufficiente allegarne copia o citare il numero di deposito;
  • per le trascrizioni di marchi internazionali: allegare formulario MM5;
  • All'atto del deposito della domanda, sono richieste n. 2 marche da bollo da € 16,00, di cui 1 sul modello di domanda, 1 sull'istanza. Nel caso in cui venga richiesta la copia autentica del verbale di deposito, dovrà essere acclusa una terza marca da bollo da € 16.00. Nel caso di lettera di incarico, occorre allegare un'ulteriore marca da bollo da € 16,00.
  • Gli atti redatti in lingua straniera, ad eccezione di quelli francesi, devono essere accompagnati dalla traduzione in lingua italiana, autenticata ed asseverata davanti alle competenti autorità italiane con registrazione presso l'Agenzia delle Entrate;
Casi particolari:
  • per gli atti di fusione non occorre allegare alcun atto; sarà onere della Camera di Commercio verificare l'avvenuta fusione, ai sensi dell'art. 15 l. 183/2011;
  • per gli atti di cessione o di concessione di licenza: è sufficiente una dichiarazione di cessione o di concessione di licenza, firmata dal cedente e dal cessionario, registrata all'Agenzia delle Entrate e nel rispetto delle norme sull'imposta di bollo (una marca da bollo ogni 4 facciate);
  • per gli atti di successione: in mancanza di testamento, e quindi in caso di successione legittima, si deve produrre copia conforme della dichiarazione di successione registrata presso l' Agenzia delle Entrate. Nei casi previsti dall'art. 47 del DPR n. 445/2000 è facoltà degli eredi autocertificare la loro qualifica e depositare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio;
  • per gli atti di pignoramento: il verbale dell'avvenuto sequestro/pignoramento sottoscritto dall'ufficiale giudiziario e completo della "relata di notifica" deve essere depositato entro otto giorni dalla notifica. Nel conteggio rientrano anche i giorni di sabato, domenica e festivi (art. 137, comma 6, Codice della Proprietà Industriale).
Il  pagamento dei diritti di segreteria potrà avvenire alternativamente:
 - direttamente allo sportello tramite bancomat/carta di credito 
 - tramite PagoPA con "Avviso di pagamento" generato dall’ufficio Brevetti e Patlib (in questo caso contattare  preventivamente l'Ufficio via mail brevetti@fi.camcom.it o telefonicamente 055 2392145); il pagamento dell’avviso può essere effettuato tramite i canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come, ad esempio, le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica
- Pagamento spontaneo tramite piattaforma online SIPA, selezionando nella lista dei servizi la voce “Marchi e Brevetti” e inserendo nel campo “Importo”  quanto indicato dall’ufficio e nel campo causale il nome del richiedente/oggetto trascrizione.
 
Se trattasi di marchi, sarà da ritirare presso l'Ufficio il modello F24 per il pagamento delle tasse di concessione governative (€ 81,00) . La tassa deve essere pagata per ogni marchio per il quale deve essere effettuata la trascrizione; alla somma risultante dovrà eventualmente, essere aggiunta la tassa di Euro 34,00 per la lettera di incarico o procura. 
Per i brevetti, sarà da ritirare presso l'Ufficio il modello F24 per il pagamento delle tasse di concessione governative (€ 50,00). 
 
 
ANNOTAZIONI, in caso di cambiamenti che non modificano i diritti relativi al brevetto (cambio ragione sociale e/o natura giuridica, cambio di indirizzo, rinunce, ecc.): 
in questi casi deve essere eseguita una apposita annotazione nel registro dei brevetti e quindi si devono presentare alla Camera di Commercio - che redige apposito verbale dietro il versamento dei diritti di segreteria (euro 13,00 per rilascio di copia autentica, oppure euro 10,00 senza copia autentica da corrispondere esclusivamente tramite bancomat/carta di credito allo sportello). All'atto del deposito della domanda, sono richieste n. 2 marche da bollo da € 16,00, di cui 1 sul modello di domanda, 1 sull'istanza. Nel caso in cui venga richiesta la copia autentica del verbale di deposito, dovrà essere acclusa una terza marca da bollo da € 16.00. Nel caso di lettera di incarico, occorre allegare un'ulteriore marca da bollo da € 16,00.
 
All'interno del modulo è possibile scegliere una delle seguenti modifiche:
  • assunzione, variazione del mandato (vedi in "altre annotazioni")
    nomina di un consulente in proprietà industriale o avvocato in rappresentanza del titolare del diritto di proprietà industriale
    • allegare lettera di incarico o procura notarile datata, sottoscritta con firma originale dal richiedente e dal mandatario/avvocato che agisce in nome e per conto del richiedente, deve contenere il riferimento all'art. 201, decreto legislativo 10/02/2005 n. 30 (Codice della Proprietà Industriale);
  • denominazione/ragione sociale del titolare;
  • designazione di inventore (vedi in "altre annotazioni");
  • domicilio elettivo (vedi in "altre annotazioni");
  • indirizzo di residenza/sede legale del titolare;
  • revoca/rinuncia al mandato;
  • sentenza di decadenza o di nullità (parziale o totale) di un diritto di proprietà industriale (vedi in "altre annotazioni").
    Allegare copia della sentenza o, in caso di sentenze non ancora notificate da parte degli uffici giudiziari, allegare copia conforme all'originale della sentenza da annotare, avendo cura di comunicarne successivamente l'avvenuto passaggio in giudicato;
  • trasferimento della titolarità da ditta individuale a persona fisica e viceversa;
  • trasferimento della titolarità dei diritti di proprietà industriale a seguito di provvedimento di legge (es. privatizzazione delle società municipalizzate).
- i seguenti documenti ed eventuali allegati: 
 
Istanza (in bollo da euro 16,00) indirizzata al Ministero per lo sviluppo economico D.G.P.I. Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (Fac simile istanza di annotazione), contenente: 
  • generalità del richiedente e del mandatario se c'è; 
  • generalità del titolare del brevetto, il numero e la data del brevetto se concesso, oppure la data e il numero del verbale di deposito della domanda; 
documento giustificativo della richiesta di annotazione, nelle previste forme legali (il documento che attesta il cambio di ragione sociale, di indirizzo, ecc.); 
 
lettera di incarico o atto di procura in bollo, se c'è il mandatario, unitamente alla attestazione di versamento della relativa tassa di Euro 34,00. 
 
Modulo di domanda compilabile e scaricabile al seguente link: https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/deposito-titoli/modulistica-per-il-deposito-cartaceo/226-dglc-uibm/2036095-annotazione (in bollo) un originale e n. 2 copie 
 
Quando l'annotazione riguarda più brevetti dello stesso titolare: 
  • se sono stati già concessi, è sufficiente una sola istanza per tutti i brevetti; 
  • se sono ancora allo stato di domanda, occorre una istanza separata per ogni domanda. 
I documenti in lingua straniera vanno accompagnati dalla relativa traduzione (come per le trascrizioni). 
 
Il  pagamento dei diritti di segreteria potrà avvenire alternativamente:
 - direttamente allo sportello tramite bancomat/carta di credito 
 - tramite PagoPA con "Avviso di pagamento" generato dall’ufficio Brevetti e Patlib (in questo caso contattare  preventivamente l'Ufficio via mail brevetti@fi.camcom.it o telefonicamente 055 2392145); il pagamento dell’avviso può essere effettuato tramite i canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come, ad esempio, le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica
- Pagamento spontaneo tramite piattaforma online SIPA, selezionando nella lista dei servizi la voce “Marchi e Brevetti” e inserendo nel campo “Importo”  quanto indicato dall’ufficio e nel campo causale il nome del richiedente/oggetto dell'annotazione
 
Presso la Camera di Commercio è inolre possibile depositare
 
All'interno del modulo è possibile scegliere una delle seguenti modifiche:
  • licenza obbligatoria;
  • offerta al pubblico di licenza non esclusiva per ottenere la riduzione del 50% dei diritti dovuti per il mantenimento in vita di titoli brevettuali:
    il titolare di un brevetto nazionale, di una traduzione nazionale di brevetto europeo, di un modello di utilità, di un disegno o modello può avvalersi della possibilità della riduzione del 50% dei diritti di mantenimento in vita del titolo ai sensi dell'art. 80, commi 5 e 6, del Codice della Proprietà Industriale (decreto legislativo n. 30/2005)
    • allegare la dichiarazione di offerta al pubblico;
  • rimborso
    a seguito del ritiro della domanda è possibile richiedere un rimborso relativo al pagamento effettuato con il modello F24;
  • rinuncia totale o parziale
    a un titolo di proprietà industriale (marchio, brevetto, ecc…) già registrato/concesso .
    • allegare dichiarazione di rinuncia in originale o copia conforme all'originale. La dichiarazione deve essere in bollo e registrata presso l'Agenzia delle Entrate (vedi esempio);
  • ritiro
    di un titolo di proprietà industriale (marchio, brevetto, ecc…) prima che ne sia stata effettuata la registrazione/concessione.
    All'interno del modulo è possibile chiedere il rimborso del pagamento effettuato con modello F24 inserendo la nota nel campo Annotazioni dell'Ufficiale rogante (ultima pagina).
Unitamente alla domanda dovrà essere presentata un'istanza al Ministero secondo i format allegati: istanza di rinuncia parziale e totale, istanza di ritiro
Modulo di limitazione
Limitazioni delle classi e/o prodotti/servizi per i marchi o limitazioni delle rivendicazioni per brevetti. Le limitazioni devono essere indicate in una dichiarazione allegata al modulo.
SOLO di un titolo di proprietà industriale (marchio, brevetto, ecc…) prima che ne sia stata effettuata la registrazione/concessione.
Unitamente alla domanda dovrà essere presentata un'istanza al Ministero secondo i format allegati: istanza di limitazione
Modulo di rettifica
Correzione o modifica della documentazione presentata, in risposta a specifiche richieste dell'esaminatore o su richiesta del titolare.
Modulo scioglimento di riserva
Inoltro successivo di allegati messi in riserva nella domanda originaria (entro 60 giorni dalla data di deposito della domanda originaria).
 
Modulo risposta a rilievo - Risposta a rapporto di ricerca
Risposte a specifiche richieste dell'esaminatore (a seguito di richiesta di regolarizzazione, rilievo o rapporto di ricerca). Allegare la documentazione richiesta.
Unitamente alla domanda dovrà essere presentata un'istanza al Ministero secondo i format allegati: istanza di risposta a rilevo - rispsta a rapporto di ricerca
Modulo seguiti vari
All'interno del modulo è possibile scegliere una delle seguenti modifiche:
comunicazione; continuazione della procedura; integrazioni ; istanza di proroga certificato (estensione pediatrica); osservazioni; proroga; revoca offerta al pubblico; traduzione brevetto europeo limitato (B3) (TB3); traduzione brevetto europeo limitato (B8) (TB8); traduzione brevetto europeo limitato (B9) (TB9); traduzione brevetto europeo modificato (B2) (TB2).
Unitamente alla domanda dovrà essere presentata un'istanza al Ministero secondo i format allegati: istanza di risposta a rilevo - rispsta a rapporto di ricerca
 
Allegati al modulo
  • lettera di incarico o procura notarile se il deposito avviene tramite mandatario o avvocato.
    La lettera di incarico, datata, sottoscritta con firma originale dal richiedente e dal mandatario/avvocato che agisce in nome e per conto del richiedente deve contenente il riferimento all'art. 201, decreto legislativo 10/02/2005 n. 30 (Codice della Proprietà Industriale). Se la lettera di incarico è stata già consegnata è sufficiente allegarne copia o citare il numero di deposito;
  • istanza/atti e documenti relativi all'istanza, dove previsto o per dettagliare la modifica richiesta;
  • solo per le modifiche di marchi internazionali: allegare l'apposito formulario;
  • modulo di consenso al trattamento dei dati personalisottoscritto dai titolari di dati personali solo ed esclusivamente se contenuti nell'istanza. Leggi l'informativa sulla privacy;
  • marca/marche da bollo e pagamento del diritto di segreteria secondo le modalità specificate alla pagina Costi e modalità di pagamento.
Il  pagamento dei diritti di segreteria potrà avvenire alternativamente:
 - direttamente allo sportello tramite bancomat/carta di credito 
 - tramite PagoPA con "Avviso di pagamento" generato dall’ufficio Brevetti e Patlib (in questo caso contattare  preventivamente l'Ufficio via mail brevetti@fi.camcom.it o telefonicamente 055 2392145); il pagamento dell’avviso può essere effettuato tramite i canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come, ad esempio, le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica
- Pagamento spontaneo tramite piattaforma online SIPA, selezionando nella lista dei servizi la voce “Marchi e Brevetti” e inserendo nel campo “Importo”  quanto indicato dall’ufficio e nel campo causale il nome del richiedente/oggetto dell'annotazione.
 
Alle domande andranno allegate n. 2 marche da bollo (una sul modello e una sull'istanza) più un'ulteriore marca da bollo da € 16,00 nel caso in cui venga richiesta la copia conforme.
 
RICORSI
 
Il ricorso deve essere redatto in carta semplice e indirizzato "Alla Commissione dei ricorsi contro i provvedimenti dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi", via Molise, n. 19 – 00187 Roma.
Quando
  • entro il termine di 60 giorni dalla data in cui l'interessato riceve comunicazione o conoscenza del provvedimento; il ricorso deve essere notificato tramite ufficiale giudiziario sia all'UIBM che ai controinteressati a cui si riferisce. Per gli atti di cui non sia richiesta la comunicazione individuale, il termine di 60 giorni decorre dal giorno in cui scade il termine della loro pubblicazione, se questa è prevista da disposizione di legge o di regolamento;
  • entro 30 giorni dall'ultima notifica (come sopra descritto) il ricorso deve essere depositato, con la prova delle avvenute notifiche e previo il pagamento delle tasse prescritte.
Modalità di deposito
  • in modalità telematica direttamente sul sito dell'UIBM con un dispositivo di firma digitale.
    Per usufruire del servizio è necessario avere una casella PEC. E' comunque richiesta la spedizione della documentazione in originale alla Commissione dei ricorsi;
  • a mezzo servizio postale, per raccomandata con ricevuta di ritorno spedita direttamente alla Commissione dei Ricorsi. In tal caso la Segreteria della Commissione cura l'inoltro alla Camera di commercio di Roma per la verbalizzazione del deposito del ricorso con la data corrispondente a quella di ricezione da parte di detta Segreteria;
  • in modalità cartacea presso la Camera di commercio dove è avvenuto il deposito al quale il ricorso si riferisce.
Documenti da presentare in Camera di commercio ai fini del ricorso
Modulo di domanda
Disponibile esclusivamente on-line in formato PDF editabile, prevede: 
  • compilazione al computer prima della stampa (non devono essere compilati a penna);
  • stampa no fronte-retro;
  • firma e consegna in triplice copia (almeno una con firma in originale).
Il modulo di domanda è differente a seconda del firmatario, che può essere
 oppure, in sua rappresentanza,
Al modulo di domanda vanno allegati eventuali fogli aggiuntivi se lo spazio dedicato all'inserimento dei dati non è sufficiente.
Allegati al modulo di domanda
  • ricorso in originale più n. 3 copie ed eventuali allegati;
  • prova dell'avvenuta notifica del ricorso a UIBM e a eventuali controinteressati;
  • eventuali memorie aggiuntive a sostegno del ricorso. Le memorie, in originale e n. 3 copie, devono pervenire alla Segreteria della Commissione almeno sette giorni prima della data fissata per la discussione del ricorso, salvo diversa indicazione;
  • modulo di consenso al trattamento dei dati personali sottoscritto dai titolari di dati personali solo ed esclusivamente se contenuti nella domanda. Leggi l'informativa sulla privacy;
  • lettera di incarico o procura notarile, in caso di modulo di domanda per "mandatario" o per "rappresentante". La lettera di incarico, datata, sottoscritta con firma originale dal richiedente e dal mandatario/avvocato che agisce in nome e per conto del richiedente deve contenere il riferimento all'art. 201, decreto legislativo 10/02/2005 n. 30 (Codice della Proprietà Industriale). Se la lettera di incarico è stata già consegnata è sufficiente allegarne copia o citare il numero di deposito;
  • bollettino postale in originale o quietanza di pagamento rilasciata dalla Tesoreria Provinciale per il pagamento della tassa di concessione governativa ed eventuale marca da bollo, secondo le modalità indicate alla pagina Costi e modalità di pagamento.
Riferimenti normativi:
Articoli 135 e 136, d. lgs. 30/2005 (Codice della Proprietà Industriale – CPI)
 
Il  pagamento dei diritti di segreteria potrà avvenire alternativamente:
 - direttamente allo sportello tramite bancomat/carta di credito 
 - tramite PagoPA con "Avviso di pagamento" generato dall’ufficio Brevetti e Patlib (in questo caso contattare  preventivamente l'Ufficio via mail brevetti@fi.camcom.it o telefonicamente 055 2392145); il pagamento dell’avviso può essere effettuato tramite i canali online o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come, ad esempio, le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica
- Pagamento spontaneo tramite piattaforma online SIPA, selezionando nella lista dei servizi la voce “Marchi e Brevetti” e inserendo nel campo “Importo”  quanto indicato dall’ufficio e nel campo causale il nome del richiedente/oggetto dell'annotazione
 
Nel caso venga richiesto il rilascio di una copia autentica del verbale di deposito, dovrà essere allegata 1 marca da bollo da € 16,00.
 
Orario di deposito presso la Camera di Commercio di Firenze: 
Previo appuntamento dalle 9,00 alle  12,00 di tutti i giorni feriali, escluso il sabato.
 
 
 
 
 
 
 
 
Contatti: 

Brevetti e marchi

Brevetti e marchi
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.145
Fax: 
055.23.92.188
Email: 
brevetti@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.00 - Deposito domande di brevetto per marchio: su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
Contenuto aggiornato al:Martedì, 6 Ottobre, 2020 - 09:44
Valuta il contenuto: 
No votes yet
Contenuto aggiornato al:Giovedì, 16 Settembre, 2021 - 14:21