Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Brevetto per invenzione

Brevetto per invenzione


Brevetto per invenzione

L'invenzione industriale è la soluzione ad un problema tecnico non ancora risolto. Essa si realizza come un nuovo metodo o processo di lavorazione industriale, uno strumento, utensile o dispositivo meccanico che costituisce un'innovazione rispetto allo stato della tecnica, atto ad essere applicato in campo industriale. 
 
TITOLARI 
Qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, può depositare una domanda di brevetto per invenzione industriale. 
 
REQUISITI PER LA BREVETTAZIONE 
Novità: il trovato non deve essere compreso nello stato della tecnica, non deve cioè essere stato divulgato o reso noto al pubblico in Italia o all'estero. 
Originalità: il trovato deve essere il risultato di uno sforzo inventivo e non derivare in modo evidente dall'applicazione di normali conoscenze da parte di un tecnico esperto del ramo 
Industrialità: l'invenzione deve poter essere oggetto di fabbricazione ed utilizzo in campo industriale. 
Liceità: l'invenzione non deve essere contraria all'ordine pubblico ed al buon costume. 
 
DOVE PRESENTARE LA DOMANDA DI BREVETTO 
La domanda di brevetto deve essere redatta su apposito modulo (INV-RI
(compilabile e scaricabile dal sito dell'UIBM, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e depositata presso 
una qualsiasi Camera di Commercio, oppure inviata direttamente all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, via Molise, 19 - 00187 Roma, mediante servizio di posta che ne attesti il ricevimento ( da non compilare con scrittura manuale). 
COSA DEPOSITARE 
N° 1 (originale) + 2 copie del modulo di domanda (Modulo INV-RI) e fogli aggiuntivi (se utilizzati) 
Il Modulo INV-RI deve essere accompagnato dai seguenti allegati: 
  1. Descrizione tecnica del trovato in 1 copia; 
  2. Rivendicazioni in 1 copia; 
  3. Riassunto che non deve contenere disegni 1 copia; 
  4. Disegno/i dell’invenzione 1 copia; 
  5. Traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni in 1 copia oppure, in alternativa, nel caso in cui non si intenda produrre la traduzione entro 2 mesi dal deposito, pagamento di € 200,00 quale tassa di ricerca da pagare tramite modello F24 consegnato dall'Ufficio Marchi e Brevetti; 
  6. Modello F24 consegnato dall'Ufficio Marchi e Brevetti per il pagamento degli importi indicati sulla tabella A); 
  7. Eventuale lettera di incarico o procura in bollo se la domanda è presentata tramite un terzo incaricato: avvocato o mandatario; 
  8. Pagamento dei diritti di segreteria alla CCIAA (esclusivamente tramite bancomat/carta credito o bollettino postale sul conto corrente 351502) 
    • euro 40 oppure euro 43 + una marca da bollo (se si chiede una copia conforme del verbale di deposito). 
 
ALLEGATI
  1. Descrizione dell'invenzione 
    L’invenzione deve essere descritta in modo chiaro e completo: deve contenere tutti i particolari necessari per la sua realizzazione e deve essere contraddistinta da un titolo corrispondente al suo oggetto. La descrizione deve essere compilata in lingua italiana, scritta in modo indelebile su carta bianca forte A4 (29,7 x 21 cm). Ogni foglio non deve contenere più di 25 linee di scrittura, lasciando un margine di almeno cm 2,5 sia a destra che a sinistra del foglio, così come per i margini superiori ed inferiori. Il testo è scritto con interlinea 1 e mezzo e carattere le cui maiuscole corrispondano ad una altezza minima di 0,21 cm. È necessario indicare lo stato della tecnica preesistente, per quanto a conoscenza dell'inventore, che sia utile alla comprensione dell'invenzione ed all'effettuazione della ricerca, fornendo eventualmente i riferimenti a documenti specifici. Esporre l'invenzione in moto tale che il problema tecnico e la soluzione proposta possano essere compresi. Descrivere brevemente gli eventuali disegni e, in dettaglio, almeno un modo di attuazione dell'invenzione. Indicare esplicitamente, se ciò non risulti già ovvio dalla descrizione, il modo in cui l'invenzione può essere utilizzata in ambito industriale. Gli esemplari della descrizione devono essere firmati in calce, per esteso, dal richiedente o dal suo mandatario; i singoli fogli, tranne l’ultimo, ove viene apposta la firma per esteso, devono essere siglati dal medesimo firmatario. Le eventuali cancellature e correzioni apportate sulla descrizione vanno approvate con annotazione in margine del foglio. 
  2. Riassunto
    IL riassunto, che ha solo fini d’informazione tecnica, si deve limitare a quanto strettamente necessario per individuare il campo d’applicazione del trovato e le sue caratteristiche essenziali. Qualora sia necessario, dovrà essere fatto riferimento alle figure più rappresentative tra i disegni allegati alla domanda. Alla fine del riassunto, deve essere fatto un cenno sommario dell’invenzione, ed una breve esposizione dello stato della tecnica nel momento in cui la descrizione è compilata. 
  3. Rivendicazioni
    Le rivendicazioni definiscono le caratteristiche specifiche dell'invenzione per le quali si chiede protezione. Devono essere chiare, concise, trovare supporto nella descrizione ed essere redatte su pagine separate dalla descrizione, secondo le seguenti formalità: 
    1. devono essere indicate con numeri arabi consecutivi; 
    2. la caratteristica tecnica rivendicata deve essere esplicitamente descritta: il richiamo alle figure è consentito solo a scopo di maggiore chiarezza; 
    3. le caratteristiche tecniche menzionate nelle rivendicazioni, qualora facciano riferimento ai disegni, possono essere seguite dal numero corrispondente alle parti illustrate. 
  4.  Disegni 
    I disegni dell’invenzione devono essere eseguiti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 29,7 (A4), lasciando un margine di almeno 2,5 cm; i disegni devono essere eseguiti a regola d’arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati con esclusione di qualsiasi tinta o colore. Non sono ammessi disegni riprodotti su carta preparata con processi chimici, come ad esempio, processi cianografici, eliografici, fotografici e simili; sono, invece, ammesse le riproduzioni a mezzo XEROX. Le figure, anche quando sono comprese in una sola tavola, devono essere numerate progressivamente ed i numeri delle figure stesse, nonché le eventuali lettere che servono a contraddistinguere le varie parti, devono essere richiamate nel testo della descrizione nella quale dovrà essere, inoltre, adeguatamente illustrato ciò che le figure, come pure le varie parti di esse, rappresentano. Le tavole dei disegni non debbono contenere alcuna dicitura, ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata. I disegni devono essere firmati dal richiedente o dal suo mandatario. 
  5. Tasse di deposito e mantenimento in vita.
    Il pagamento delle tasse, individuate nella tabella A (di seguito riportata), deve essere effettuato tramite modello F24 , compilabile e scaricabile dal portale dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Le tasse di deposito valgono quattro anni. Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita dev’essere effettuato anticipatamente, entro l’ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda, secondo gli importi indicati nella tabella A), sempre tramite modello F24, consegnato dall'Ufficio Marchi e Brevetti. Trascorso detto periodo, il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l’applicazione del diritto di mora (vedi TAB A di seguito ). Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita è altresì ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di concessione del brevetto per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento. 
  6. Diritti di segreteria. 
    Prima del deposito della domanda di brevetto devono essere corrisposti i diritti di segreteria alla Camera di Commercio presso cui si effettua il deposito. 
  7. Deposito postale.
    Se il deposito è effettuato tramite R/R all’UIBM, il versamento è di € 40,00(copia semplice) o di € 43,00 + marca da bollo di € 16,00(copia autentica) da eseguire su c.c.p. n° 33692005 intestato alla CCIAA di ROMA (tel 06 52082814/18)con la causale "diritti di segreteria per il deposito cartaceo di una domanda di brevetto". 
  8. Lettera d'incarico.
    La lettera d’incarico (art. 201 dlgs n°30/2005) con marca da bollo da euro 16,00; la lettera va firmata dal richiedente e controfirmata per accettazione dall’incaricato; vale per il deposito di una o più domande dello stesso richiedente. 
  9. Traduzione in Inglese delle rivendicazioni. 
    Traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni in 1 copia, oppure, in alternativa, nel caso in cui non si intenda produrre la traduzione entro 2 mesi dal deposito, pagamento di € 200,00 quale tassa di ricerca da pagare tramite F24 consegnato dall'Ufficio Marchi e Brevetti. 
  10. Estensione all'estero
     Il deposito all’estero dev’essere effettuato utilizzando le opportune procedure per l’ottenimento del brevetto internazionale (PCT) e/o il brevetto europeo (EPO) entro 12 mesi dalla data di deposito. 
 
TABELLA A 
Diritti di deposito (in euro) 
  1. se descrizione, riassunto e disegni sono in modalità telematica: 50,00 
  2. se descrizione, riassunto e disegni sono in formato cartaceo e non superano le 10 pagine: 120,00 
  3. se descrizione, riassunto e disegni sono in formato cartaceo e superano complessivamente le 10 pagine ma non superano le 20 pagine: 160,00 
  4. se descrizione, riassunto e disegni sono in formato cartaceo e superano complessivamente le 20 pagine ma non le 50 pagine: 400,00 
  5. se descrizione, riassunto e disegni sono in formato cartaceo e superano complessivamente le 50 pagine: 600,00 
  6. per ogni rivendicazione oltre la decima(1): 45,00 
Diritti per mantenere in vita il brevetto oltre il quarto anno 
  • quinto anno: 60,00 
  • sesto anno: 90,00 
  • settimo anno: 120,00 
  • ottavo anno: 170,00 
  • nono anno: 200,00 
  • decimo anno: 230,00 
  • undicesimo anno: 310,00 
  • dodicesimo anno: 410,00 
  • tredicesimo anno: 530,00 
  • quattordicesimo anno: 600,00 
  • quindicesimo anno (e seguenti fino al 20°): 650,00 
Diritti di mora 
Per il ritardo del mancato pagamento (entro il semestre successivo alla scadenza): 100,00 
 
Diritti per trascrizioni 
Trascrizioni di atti relativi ai brevetti d’invenzione industriale,per ogni brevetto: 50,00 
 
Diritti per licenza obbligatoria su brevetti d’invenzione industriale 
Per la domanda: 500,00 
Per la concessione: 1.400,00 
 
 
NOTA BENE: La tutela legale del brevetto "invenzione industriale" decorrerà a partire dalla data di pagamento delle tasse di concessione governative tramite il modello F24 consegnato dall'Ufficio Marchi e Brevetti al momento della presentazione della domanda. 
 
 
 
Contatti: 

Brevetti e marchi

Brevetti e marchi
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.145
Fax: 
055.23.92.188
Email: 
brevetti@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.00 - Deposito domande di brevetto per marchio: su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
Contenuto aggiornato al:Martedì, 6 Ottobre, 2020 - 09:44
Valuta il contenuto: 
1
Average: 1 (1 vote)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 3 Dicembre, 2018 - 14:35