Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Cause di forza maggiore per emergenza Covid-19

Cause di forza maggiore per emergenza Covid-19

Attestazioni su dichiarazioni delle imprese che operano nei mercati internazionali

Cause di forza maggiore per emergenza Covid-19

Le imprese che dovessero avere necessità di rappresentare alle controparti estere impedimenti nell'esecuzione di obblighi contrattuali a causa dell'emergenza sanitaria determinata dalla diffusione del COVID-19 possono ottenere dalla Camera di Commercio una attestazione camerale, come previsto dalla nota del Ministero dello Sviluppo Economico circolare 0088612 del 25 marzo 2020.
 
In essa la Camera di Commercio attesta di aver ricevuto, dall'impresa richiedente, una dichiarazione a firma del legale rappresentante in cui, facendo riferimento alle restrizioni disposte dalla Autorità di governo e allo stato di emergenza in atto, l'impresa medesima afferma di non poter assolvere nei tempi agli obblighi contrattuali precedentemente assunti per motivi imprevedibili ed indipendenti dalla volontà e capacità aziendale. L'attestazione può essere rilasciata anche in lingua inglese.
 
In caso di lite, la dichiarazione potrà essere prodotta nelle sedi opportune, ove sarà valutata alla luce delle disposizioni del contratto e leggi applicabili allo stesso.
 
Per ottenere la dichiarazione è necessario compilare il modulo di richiesta (provvisorio).
 
La richiesta dovrà essere inviata alla PEC cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it.
 
E' previsto di pagamento di € 3,00 per diritti di segreteria.
Il pagamento può essere effettuato tramite:
  • bollettino di c/c postale sul conto n. 351502 intestato alla Camera di Commercio di Firenze, causale "1010 diritti di segreteria" (allegando alla richiesta l'attestazione di versamento);
  • bonifico bancario IBAN: IT14I0760102800000000351502 con causale "1010 diritti di segreteria" (allegando alla richiesta la copia del bonifico).
 
Di seguito i modelli di dichiarazione:
 
 
La Camera di Commercio, inoltre, è a disposizione per aiutare le imprese a risolvere gli eventuali conflitti tramite i propri servizi di mediazione.
La mediazione, infatti, è lo strumento più idoneo a risolvere questa tipologia di controversie, perché permette alle parti di comporre la lite in modo rapido, con costi predeterminati e senza interrompere la relazione commerciale.
A questo scopo, fino al 30 giugno è possibile avviare una mediazione con una controparte estera presso la Florence International Mediation Chamber (www.fimcmediation.com) senza pagare le spese di registrazione. Per ogni informazione scrivere a fimc@fi.camcom.it.
Per controversie con controparti italiane scrivere a conciliazione@fi.camcom.it.
 
 
 
Contenuto aggiornato al:Giovedì, 14 Maggio, 2020 - 13:10