Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Mediazione, FIMC ai lavori ONU di New York

Mediazione, FIMC ai lavori ONU di New York

Nuovo passo avanti per riscrivere le regole internazionali del settore. Presentato il documento di Florence International Mediation Chamber. Bassilichi: contributo importante per dare maggiori certezze alle imprese


Mediazione, FIMC ai lavori ONU di New York

Firenze, 11 febbraio 2016 - I successi di Firenze nella mediazione fra imprese potranno diventare le basi per riscrivere le regole globali. Infatti, FIMC (Florence International Mediation Chamber), servizio di mediazione internazionale attivo in Camera di Commercio di Firenze, ha partecipato al working group sulla mediazione organizzato da UNCITRAL, Commissione ONU per il Commercio Internazionale, che si è svolto a New York nei giorni scorsi.

A presentare il documento di FIMC davanti a delegati di tutto il mondo è stato uno dei massimi esperti di mediazione internazionale, l’avvocato David S. Weiss, titolare dello studio Weiss & Weiss Llc con sedi a New York e Hoboken (New Jersey, USA).

L’obiettivo del lavoro di FIMC nell’ambito della commissione ONU è quello di contribuire a elaborare proposte per incentivare lo strumento della mediazione internazionale anche rapportandosi alla normativa italiana, che dal 2010 prevede l'esecutività degli accordi raggiunti in mediazione, e all’esperienza decennale nel risolvere controversie fra imprese maturata a Firenze, cioè su un territorio da sempre orientato al commercio e all’internazionalizzazione.

«Stiamo portando un contributo importante per promuovere la cultura della mediazione internazionale e dare maggiori certezze alle imprese pronte a investire - ha detto Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze -. Chi fa business cerca soluzioni affidabili, rapide e convenienti per risolvere gli eventuali contenziosi, noi possiamo garantire tutto questo e utilizzarlo come base per una riforma internazionale condivisa».

Dopo il riconoscimento come osservatore esterno della commissione internazionale dell’ONU, FIMC aveva già partecipato al working group di Vienna lo scorso settembre e adesso sta concentrando la propria azione riformatrice su strumenti come il conferimento di efficacia esecutiva agli accordi di mediazione internazionale, in modo da evitare il ricorso giudiziale dell’esecuzione e i problemi relativi alle diverse giurisdizioni dei vari Paesi.

Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon FIMC a New York - Comunicato stampa505.88 KB
Contatti: 

Stampa

Stampa
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Telefono: 
055.23.92.474
Fax: 
055.23.92.190
Email: 
stampa@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
l'ufficio non è aperto al pubblico
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 16 Settembre, 2020 - 15:58
Contenuto aggiornato al:Venerdì, 10 Giugno, 2016 - 17:07