Banner di INNrete

Cartella selezionata

  • ..
  • Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata

La casella PEC cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it deve essere usata da enti e uffici pubblici e da cittadini che possiedono un'analoga casella di posta certificata per inviare comunicazioni che abbiano valore di raccomandata con ricevuta di ritorno.

Invia una comunicazione via PEC

Per messaggi di carattere generico, si consiglia di scrivere all'indirizzo info@fi.camcom.it


Cos'è la Posta Elettronica Certificata (PEC)

La posta elettronica è uno strumento di comunicazione quotidiana tra privati, aziende e pubbliche amministrazioni, ma presenta alcuni limiti: manca delle caratteristiche di sicurezza e di tracciabilità dei messaggi che la rendano "opponibile a terzi" nel caso di contenziosi. E' per questo che ancora oggi, per l’invio di documenti formali importanti, ci si avvale delle raccomandate con ricevuta di ritorno.

Con l'introduzione della Posta Elettronica Certificata (PEC) si è voluto creare uno strumento efficace, economico e sicuro per garantire alle comunicazioni via Internet lo stesso livello di sicurezza delle raccomandate. Per avere questi requisiti, la Posta Elettronica Certificata è stata regolamentata da apposite normative: in particolare dal "Testo Unico sulla documentazione amministrativa" (DPR 445/2000), dal "Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della L. 16 gennaio 2003, n. 3" (DPR 68/2005) e dalle "Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata" (DM del 2 novembre 2005, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 266 del 15 novembre 2005).
La normativa sulla Pec è consultabile sul sito Internet del CNIPA, nella sezione "Posta Elettronica Certificata".

I vantaggi della posta elettronica certificata

La raccomandata tradizionale ha un costo variabile in relazione alla richiesta di avviso di ricevimento, a cui vanno aggiunti il costo del materiale (carta e busta), il costo della persona che si deve recare alle poste, il costo della gestione dell'archivio cartaceo (anche per le ricevute delle raccomandate).
La raccomandata inviata per posta elettronica costa circa € 0,35, mediamente il 90% in meno di una raccomandata tradizionale con ricevuta di ritorno e il suo costo decresce sensibilmente con il crescere dei volumi inviati (al contrario di quanto avviene con la corrispondenza cartacea).

Oltre alle considerazioni sui puri costi si possono sottolineare altri vantaggi della Posta Elettronica Certificata rispetto alle raccomandate:
>> maggiore velocità sia nella consegna del messaggio (pochi secondi rispetto al tempo che impiega la raccomandata), sia nella consegna della ricevuta,
>> invio simultaneo a molti destinatari,
>> opponibilità del contenuto inviato (ricevuta di consegna con allegato il messaggio inviato),
>> semplice integrabilità con soluzioni applicative preesistenti.


Maggiori informazioni e l’elenco pubblico dei gestori di Posta Elettronica Certificata sono sul sito Internet del CNIPA, nella sezione "Posta Elettronica Certificata".



 

Data di redazione: 27/7/2015

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]